Occhi (e occhiali) in primo piano nella Giornata Mondiale della Vista

Ascolta la versione audio di questo articolo

Per il 2021 lo slogan internazionale è “Ama i tuoi occhi” ed è un invito a prendersi cura di un organo tanto importante e a inserirlo nelle visite di prevenzione cui regolarmente occorre sottoporsi. È questo il focus della Giornata Mondiale della Vista, che ricorre il 14 ottobre di ogni anno e che è promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità.

Dalle ultime ricerche risulta che 6 italiani su 10 abbiano difetti della vista, ma che solo un terzo di abbia fatto una visita oculistica negli ultimi sei mesi. Occorre dunque ancora lavorare sulla sensibilizzazione. Un controllo regolare degli occhi dovrebbe essere, infatti, parte integrante della routine di salute e benessere di ogni individuo.

Le indicazioni sono chiare. Le malattie che minacciano la vista toccano oltre 3 milioni di persone in Italia e molte di più sono a rischio a causa dell’invecchiamento della popolazione perché glaucoma, retinopatia diabetica e maculopatie crescono assieme all’età. Tuttavia anche i giovani e molto giovani devono tenere sotto controllo la vista poiché la vita al chiuso e l’uso dei dispositivi elettronici aumentano il rischio miopia (ne soffre 1 giovane su 3) e affaticano l’occhio perché gli impediscono di riposare.

Dopo i 40 anni l’indicazione è di fare una visita ogni due anni. Dopo i 60 ne occorre una all’anno. La Società Oftalmologica italiana prescrive, inoltre, la prima visita alla nascita, la seconda entro i tre anni, la terza e la quarta rispettivamente prima dei 6 e dei 13 anni.

Accanto agli aspetti di salute e prevenzione, la moda ci viene incontro trattando gli occhiali da vista sempre più come accessori che arricchiscono e personalizzano un volto. Al pari di un buon taglio di capelli o del make up giusto, anche la scelta di una montatura su misura può aggiungere stile e intensità.

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati