Lavoro, spostamenti, tempo libero: i nuovi accessori che aiutano nella quotidianità

Questo nuovo accessorio per runner, Nurvv Run , prodotto da una startup londinese, eclissa tutti gli altri gadget per analizzare la corsa che io abbia mai testato finora. Quindi Fitbit, Garmin, Apple Watch e compagnia bella dovranno mettersi il cuore in pace. Nurvv Run include due solette da inserire nelle scarpe, ciascuna con sensori di misurazione della pressione, collegati a un tracker fissato sul lato della scarpa. Nel complesso, la tecnologia in entrambe le scarpe registra e memorizza la quantità e la qualità del passo, della posizione, della velocità, dell’elevazione e di altre variabili, e trasmette i dati via wireless al vostro smartphone, che li analizza e vi dà consigli su come migliorare la tecnica. Se portate con voi il telefono durante la corsa, o indossate uno smartwatch, vi potrà guidare in tempo reale con comandi vocali. I tracker funzionano per cinque ore con una sola ricarica, le solette sono disponibili in diverse misure e durano circa 2.500 chilometri, poi dovranno essere sostituite, mentre il tracker continua a funzionare anche con le solette nuove. Nurvv Run è stato in parte sviluppato dal noto biomeccanico Grant Trewartha, ex collaboratore della University of Bath. Il dottor Trewartha è anche uno dei ricercatori che sta dietro ai cambiamenti adottati dai professionisti del rugby per aiutare a ridurre gli infortuni nella mischia. Il gadget, progettato e realizzato in modo impeccabile, presenta tutte le caratteristiche tipiche di una tecnologia pionieristica – una delle quali, temo, è che sia piuttosto laborioso per l’utente. Dovrete mettervi davvero d’impegno per imparare a installarlo, inserirlo correttamente nelle scarpe, tenere conto di qualche intoppo e, infine, capire, apprezzare – e sfruttare nella pratica – l’incredibile quantità di dati che fornisce. Ho convertito un paio di Saucony Ride 13, gentilmente fornite da Nurvv, in scarpe elettroniche e, dopo qualche breve test di corsa, mi sono reso conto che non sono poi la schiappa che pensavo di essere. In particolare, la mia pronazione (il modo in cui ruota il piede) è stata dichiarata “eccellente” (250 sterline).

METTERSI SOTTO LA LUCE MIGLIORE

Loading…

Visto che continueremo a usare Zoom per lavorare anche nel 2021, sarebbe il caso di ottimizzare il vostro ufficio domestico. Obbligare i colleghi, la famiglia o chi vi sta facendo un colloquio a guardarvi troppo da vicino non è stato il massimo la scorsa primavera. Si può risolvere il problema dell’angolazione montando il vostro iPad (o iPhone) sul supporto per tablet Gooseneck di Lamicall (25 euro, su www.amazon.it ). Un’altra questione è la luce, che fa intravedere a stento i connotati perché il vostro dispositivo reagisce a un’intensa fonte luminosa, di solito una finestra. La soluzione è F18 di LituFoto. Emana una luce Led piuttosto potente ed è stato progettato per essere fissato su una fotocamera o videocamera, ma se lo impostate all’intensità minima e alla temperatura di colore più calda con il diffusore di luce attaccato, e lo posizionate a circa un metro di distanza, vi illuminerà donandovi anche un bell’aspetto. Con la luminosità al minimo, una carica durerà qualche ora, per resistere anche al collega più prolisso (49 sterline, su www.gadgetbag.co.uk).

F18 di LituFoto, 49 sterline, su gadgetbag.co.uk.

TRASFORMARSI ALL’ISTANTE IN TUTTOFARE

Riparare oggetti oggi va di moda. Il London Waste and Recycling Board (Comitato londinese per i rifiuti e il riciclo) lo scorso mese ha riferito che quasi il 70 per cento dei cittadini intervistati aggiusterebbe più spesso oggetti come abiti, elettrodomestici e mobili, se solo ne fosse capace. Perfino Roger Daltrey degli Who ha rivelato che, negli anni Sessanta, la band incollava le chitarre che poi andava a spaccare sul palco. Il nuovo Bondic può aggiustare praticamente tutto, dai gioielli ai cavi del telefono smangiati, fino alle tubature che perdono o a un paio di occhiali. Sviluppato con tecniche usate in odontoiatria, dove i materiali adesivi vengono induriti con luce ultravioletta, è fornito con un applicatore dotato di un raggio UV. Applicate il liquido, irradiatelo con la luce UV per qualche secondo e avrete aggiustato il vostro oggetto, che poi potrete anche carteggiare e pitturare. Ho anche chiamato il suo inventore Robert Harbauer per congratularmi per questa colla straordinaria, la prima che funzioni davvero. Bondic è un «saldatore a plastica liquida» da cui non mi staccherò più (a partire da 20 dollari, su www.notaglue.com).

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati