La rivoluzione cosmetica passa da intelligenza artificiale e bioscienza

Ascolta la versione audio dell'articolo

5' di lettura

paio secondi. Bastano paio secondi all’intelligenza artificiale per leggere e comprendere un volto, ciò di cui ha e avrà urgenza, presto anche che cosa desidera.

Ne bastano una manciata in più per tradurre tutto ciò in consigli e possibilità concrete – non troppe, perché ricevere le migliaia di combinazioni fra i propri lineamenti e le sfumature di un ombretto o rossetto, non è affatto intelligente – per la persona che sta dietro a quel volto. Insomma, in circa 20 secondi l’AR Virtual Makeup Try-On di Perfect Corp restituisce le cinque migliori combinazioni possibili del proprio viso e dei prodotti di un brand, lasciando all’utente la possibilità di personalizzarle ulteriormente. Il motore di ricerca AI Face Analyzer, addestrato utilizzando 100mila volti di etnie, età, caratteristiche diverse, rileva oltre 70 tipi di tratti del viso per fornire consigli davvero su misura. L’ultimo nato dell’azienda, lo Skin Analyzer, è stato sviluppato usando oltre 70mila immagini di tipo medico per creare algoritmi di deep learning. Verificato anche da esperti nella cura della pelle, effettua una mappatura del volto a 180 gradi e rileva, in paio secondi, 14 tipi di condizioni cutanee: dall’acne alle rughe, dalle borse sotto gli occhi alla pelle lucida.

Loading…

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati