De Meo: Renault potrebbe quotare la sua futura divisione elettrica

Ascolta la versione audio dell’articolo

Il ceo della Renault Luca de Meo ha dichiarato martedì che i piani della casa automobilistica per creare una divisione separata per le sue attività elettriche (EV) potrebbero eventualmente portare a un’ulteriore quotazione. Il piano potrebbe interessare anche Nissan, ma ancora non è stata presa alcuna decisione. De Meo vuole portare avanti i piani per creare divisioni separate per i veicoli elettrici e con motore a combustione nonostante l’incertezza creata dalla crisi russo-ucraina, hanno detto a Reuters tre fonti la scorsa settimana. Intendendo tenere il passo con rivali ben più attrezzate come Tesla e Volkswagen, la casa automobilistica francese ha delineato per la prima volta il suo cambiamento di strategia a febbraio, giorni prima dell’invasione russa dell’Ucraina, dicendo che il suo piano di inversione di tendenza era in anticipo sui tempi.

De Meo martedì ha affermato che la casa della Losanga è «molto fiduciosa» nel portare a termine il suo piano di elettrificazione poiché è già stato finanziato nonostante l’impatto della sospensione delle attività russe. La guerra in Ucraina ha portato il blocco occidentale a imporre ampie sanzioni contro la Russia, lasciando la Renault, proprietaria di maggioranza della più grande casa automobilistica russa, Avtovaz, alle prese con quella che de Meo ha definito una «situazione molto complessa».

Dopo aver annunciato la sospensione delle sue attività in Russia, Renault sta rivedendo le sue opzioni per lo stabilimento di Mosca e la sua partecipazione in Avtovaz. «Siamo ben attrezzati per cercare di trovare una soluzione a lungo termine che possa proteggere i nostri beni e i nostri dipendenti, e di fatto per non sfidare del tutto il futuro perché la vita va avanti e speriamo che la situazione torni alla normalità», ha concluso De Meo. (Al.An.)

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati