Vittorio Veneto, Selvaggia Lucarelli pubblica gli scontrini della gelateria con prezzi diversi. Il gestore: “Sconto a chi stipendio in contanti”

VITTORIO VENETO – “Gelateria di Vittorio Veneto, Treviso. Due conti identici, a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro. Quello pagato con carta di credito con una maggiorazione del 3%”. È quanto si legge in un post pubblicato da Selvaggia Lucarelli su Instagram. La inviato ha pubblicato anche gli scontrini della gelateria serravallese e la registrazione della conversazione telefonica avuta con il gestore del locale.

 

“La maggiorazione del 3% l’abbiamo applicata a tutto il listino poco tempo fa, proprio per l’aumento dei prezzi che abbiamo subito in qualsiasi settore – dice l’uomo durante la telefonata -. Siccome ogni mese vengono riaggiornati i listini dello zucchero, del latte e di tutte le materie fresche che dobbiamo comprare, non sono grado di riprodurre un listino ogni mese, perché la piattaforma del listino costa circa 260 euro. Davanti alla cassa c’è un biglietto dove c’è scritto che a partire da luglio c’è stato un aumento del 3%”.

 

A cosa è dovuta allora la differenza di prezzo? “È un regalo che facciamo noi ai clienti che vogliono pagare in contanti – dice il gestore durante la telefonata -. Il listino è aumentato del 3%, però a chi decide di pagare in contanti facciamo uno sconto di nostra spontanea volontà”.

 

“Per ogni pallina ci restano 50 cent – ha spiegato oggi a voce il gestore -. Ora c’è anche l’obbligo del Pos. La banca si tiene il 3% sui pagamenti elettronici. Se mettessero il pos gratuito, non avrei problemi”. E la differenza tra i due conti? “E’ uno sconto che faccio a chi paga in contanti – ribadisce -. Io posso fare quello che voglio”. OT

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati