Treviso piange Tino Zandigiacomi, una vita dedicata alla città

TREVISO – La città di Treviso in lutto per la morte di Agostino Tino Zandigiacomi, noto per il suo costante e serie impegno politico per il territorio della sua città. E’ mancato nella tarda serata di ieri, giovedì 2 giugno, a seguito della malattia, all’età di 92 anni.
Classe 1929, imprenditore e storico militante nella sinistra civica cittadina, in gioventù tesserato nel PCI, nel 2013, si era candidato a consigliere comunale nelle liste di "Impegno Civile”, associazione di cui era presidente, che lo ricorda così: “Tino non ha giammai smesso di operare per costruire un mondo più giusto e per superare le differenze che penalizzano la società. Ha sempre lavorato con fiducia ed ottimismo, anche nei momenti avversi, perchè credeva che gli obiettivi di giustizia sociale e di fratellanza sarebbero stati prima o poi raggiunti, anche se in un orizzonte temporale più ampio della sua esistenza. A questi ha dedicato completamente la parte più matura e preziosa della sua vita: fino all’ultimo ha dialogato con tutti, cogliendo da tutti il buono, e fino all’ultimo ha proposto spunti ed idee che maturava nella sua incessante attività di ascolto, di ricerca e lettura. Impegno Civile continuerà a recapitare il suo contributo alla vita culturale e politica della città, proseguendo nella traccia indicata da Tino”.

Tino Zandigiacomi lascia la moglie Clara, il fratello Berto Zandigiacomi, ex presidente di Italia Nostra, la sorella Ninetta, i nipoti e i paranti tutto. La data dei funerali sarà fissata nei prossimi giorni.

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati