Treviso amica degli animali: “Abbandoni in calo”

TREVISO – Sono circa 42mila gli animali d’affezione nel comune di Treviso. Di questi circa 20mila sono cani. La buona comunicato è che tanti sono stati adottati dal canile di Ponzano. Oggi il rifugio del cane di Ponzano gestito dall’Enpa Treviso ospita un centinaio di cani ma sono tante e costanti le adozioni.

“Nel 2020 gli affidi sono stati 365 e nel 2021 il numero è stato pressoché identico – spiega Valentina Perin dell’Enpa Treviso – La buona comunicato è che tutti i cani adottati da inizio pandemia, non sono stati “restituiti” e il numero degli abbandoni sono in netto calo. Questo sicuramente è grazie alla campagna di sensibilizzazione che abbiamo fatto insieme ai comuni, alle politiche di sterilizzazione attuate negli anni scorsi con l’Ulss2 e alle modalità con cui il rifugio segue le adozioni: ogni famiglia o persona è seguita passo passo, dalla scelta del cane fino all’inserimento in famiglia”. In canile oggi arrivano soprattutto cani di grossa taglia, come Pitbull e Rottwailer: “Sono cani che i proprietari hanno gestito male e che abbandonano in giardino da soli, una volta che cambiano casa. malauguratamente per questo tipo di cani l’adozione è più difficile e serve un lavoro di rieducazione da parte dei nostri volontari”.

Proprio per cercare di rendere più consapevoli le famiglie e i bambini desiderosi di adottare un cane, il Comune di Treviso ha realizzato un opuscolo, che sarà distribuito nelle scuole, sugli accorgimenti e l’impegno necessario che comporta avere un amico a quattro zampe in casa. Attraverso una serie di domande, percorsi e giochi, verranno fornite informazioni utili sull’impegno che adottare un animale comporta, sugli spazi necessari per ospitarlo e sulle varie specie oltre al cane o al gatto, dall’oca alla tartaruga, dal coniglio al pesciolino.

L’altra importante iniziativa presentata oggi dall’amministrazione per aiutare i possessori di cani ad abbeverare gli animali in città è la distribuzione di 500 ciotole gratuite ai pubblici esercizi del capoluogo. Le ciotole, fornite dall’azienda Alivit, dovranno essere tenute all'esterno dei locali come strumento utile per dissetare il cane, in caratteristico nel periodo estivo. Insieme alla ciotola verrà anche consegnato agli esercenti un decalogo per il corretto utilizzo, così da garantire agli animali un luogo pulito dove bere. Tre varie indicazioni – relative a pulizia, temperatura e posizionamento – quella di lavare la ciotola con detersivo adeguato, cambiare spesso l’acqua e posizionare la ciotola al riparo dal sole e in un luogo che non intralci il passaggio.

“Due iniziative che vogliono sensibilizzare ma anche garantire la tutela dei nostri amici a quattro zampe”, afferma l’assessore alle Politiche ambientali Alessandro Manera. “Ringraziamo Alivit e Prolife per aver contribuito alla distribuzione delle ciotole, un piccolo grande movenza condiviso con le associazioni cittadine per sensibilizzare cittadini e visitatori e rendere accogliente la città anche per gli animali”.

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati