La rivoluzione dei grandi magazzini Coin: dagli elettrodomestici alle auto

Il corner dedicato alle auto nel magazzino di Roma

Auto elettriche, piccoli elettrodomestici o accessori elettronici per smartphone e tablet. Accanto a servizi come agenzie di viaggio o saloni di bellezza. Punta sul rilancio dei propri negozi fisici, Coin, la catena veneta per antonomasia dei grandi magazzini. Ma lo fa con uno schema da ra post-Covid, in cui il ritorno allo shopping in centro deve tener conto dei cambiamenti accelerati nel frattempo. Dell’interesse ridottosi per moda e abbigliamento e invece l’espansione della spesa sulla casa, divenuta anche sede di lavoro, tra elettrodomestici e strumenti digitali. Con la necessit, di fronte all’espansione degli acquisti on-line, di ampliare i motivi che spingono ad uscire di casa e andare in un grande magazzino. Quasi applicando al commercio fisico lo stesso imperativo dei social: prima di tutto portate la gente. cos che nel cuore dell’autunno e con il Natale alle porte, Coin lancia il format Lifestyle Hub, in quattro dei suoi 35 magazzini (Milano, Roma, Napoli e Catania), con i corner in cui trovare dalle auto agli arricciacapelli, in assortimenti studiati a misura di citt. Prodotti davvero in vendita, con una formula che in Coin hanno chiamato showroom esperenziale: A breve distanza dall’esordio della nostra boutique virtuale ora lo store il protagonista del rilancio – sostiene l’amministratore delegato di Coin spa, Roland Armbruster -. Crediamo nel valore dei luoghi fisici, come punti di aggregazione e di ritrovo, in grado di creare energia nelle citt.

La omnicanalit

Ma intanto le cose sono cambiate: Cerchiamo anche cosi la nostra omnicanalit – aggiunge il manager -. Prima del Covid avevamo venduto molto abbigliamento; ma ora, con lo smartworking, non servono pi gli stessi completi di prima. Mentre aumentata l’esigenza di elettrodomestici e articoli per lavorare da casa. E l’interesse per la sostenibilit. Quindi pi spazio nei magazzini a un’offerta di prodotti inediti: La formula degli spazi concessi direttamente ai brand, che con il loro personale gestiscono i prodotti da loro scelti, riguarda gi il 70-75% della nostra offerta nell’abbigliamento – aggiunge l’ad -. Funziona, perch conoscono bene i loro prodotti. Useremo questo schema, a cui dedicheremo il 25-30% degli spazi dei magazzini. Una formula destinata a prender piede, visto che destinata ad estendersi oltre i primi quattro magazzini scelti.

Un piano da 40 milioni

Omnicanalit, si diceva. Tra e-commerce e nuovi negozi, nel caso di Coin. Tra tre anni pensiamo che raggiunga una quota del 15-20%, dice Armbruster rispetto al valore sul totale delle vendite on-line. Ma intanto Coin conferma il piano di investimenti da 40 milioni di euro, solo fermato lo scorso anno con la pandemia, tra ristrutturazioni dei negozi e nuove aperture: dopo quella al Lingotto di Torino ad aprile, toccher ora al nuovo magazzino di Roma Est, mentre per marzo 2022 prevista la nuova apertura a Firenze, al pari delle ristrutturazioni dei punti vendita di Como e Verona, in via Cappello: Chiuderemo l’anno prossimo in primavera per riaprire a settembre, specifica l’ad. Nel frattempo procede il recupero sul fronte ricavi rispetto ai 361 milioni del 2019, caduti lo scorso anno a 217: Quest’anno ci aspettiamo di tornare sopra i 300 milioni e di recuperare nel 2022 i livelli di due anni fa ,conclude Armbruster, che poi conferma il prosieguo delle trattative per ridurre gli affitti: Solo a Firenze abbiamo cambiato sede. Per il resto il dialogo con i proprietari sta funzionando: le possibilit alternative su spazi cos grandi di ricavare uffici od hotel si sono ridotte. Anche loro sono interessati a vederci rimanere.

La newsletter del Corriere del Veneto

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Veneto. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

12 ottobre 2021 (modifica il 12 ottobre 2021 | 08:48)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati