Forza Nuova, quattro indagati. Chi è il veronese Luca Castellini

Luca Castellini (archivio)

I firmatari del comunicato di Forza Nuova, pubblicato domenica, in cui si afferma che il popolo ha alzato la testa e che il livello dello scontro non si fermer, sono indagati dalla procura di Roma per istigazione a delinquere aggravata dall’utilizzo di strumenti informatici. I quattro, Giuseppe Provenzale, Luca Castellini, Davide Cirillo e Stefano Saija, sono iscritti nel filone che luned ha portato all’oscuramento del sito web dell’organizzazione di estrema destra. Nel loro confronti i pm contestano l’avere istigato pubblicamente a commettere una pluralit di delitti e contravvenzioni. Fra questi c’ anche il veronese Luca Castellini, ultr del Verona e dirigente del partito di estrema destra. Quarantasei anni, nel 2019 aveva dichiarato dopo le polemiche successive ai fischi contro Mario Balotelli allo stadio Bentegodi: Balotelli non sar mai italiano. Castellini incarnava, si disse all’epoca, la saldatura, presente in molti stadi d’Italia, tra tifo oltranzista e ideologia neonazista. Siamo una squadra a forma di svastica, che bello se ci allena Rudolf Hess, aveva detto del suo Verona. E intervistato dai microfoni di Non l’arena se l’era cavata dicendo: E’ solo una goliardata, per noi una cosa divertente. Hitler si macchiato di atrocit molto meno della democrazia, di Stalin, della Chiesa. Gli ebrei hanno subito un genocidio? Eppure comandano il mondo.

La newsletter del Corriere del Veneto

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Veneto. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

12 ottobre 2021 (modifica il 12 ottobre 2021 | 15:38)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati