«Cara Santa Lucia, mi chiamo Bianca»: la letterina percorre 100 chilometri e arriva sul Garda

La letterina di Bianca, la bimba di Bergamo, arrivata sul Garda

Da Bergamo a Brenzone (Verona), in palloncino. stato un viaggio rocambolesco, tra correnti d’aria, piogge e prime nevicate, quello compiuto da una letterina indirizzata a Santa Lucia. A trovarla stato Luigi Faccioli, 73enne residente a Brenzone, che per caso ha notato un foglio arrotolato per terra mentre passeggiava nel suo uliveto con la nipote. Un foglio umido, un po’ stropicciato dalle intemperie, dopo quasi cento chilometri, ma fortunatamente ancora ben leggibile. Come nelle favole — dice commosso Luigi Faccioli — una cosa troppo simpatica e carina. Ancora stento a credere di aver trovato la letterina di una bambina. Se fosse atterrata due metri pi in l, sarebbe finita gi nella valle e nessuno l’avrebbe mai trovata. L’ha raccolta, asciugata e, con estrema cura, l’ha aperta: Cara Santa Lucia, mi chiamo Bianca e sono una bambina molto brava e mi piacciono molto i lamponi. La mia mamma e il mio pap mi hanno detto che porti i regali alle bimbe buone. Ma vero che li porti assieme al tuo asinello? Io ho un’amica che si chiama Orecchietta ed una elefantina. Ecco la lista dei regali che vorrei ricevere: una cucina grande e in legno, i lego Duplo, un puzzle, un blocco di fogli grandi da colorare. Ti lascer del latte e dei biscotti per quando verrai a portarmi i regali. La mia firma: Bibi.

Il rito di Santa Lucia

Luigi Faccioli con la letterina la notte pi attesa dai bambini bergamaschi quella tra il 12 e il 13 dicembre, proprio come per i bimbi veronesi, perch sanno che la mattina si sveglieranno e non troveranno pi n i biscotti nel piattino preparati per Santa Lucia, n il fieno o la carota per l’asinello e neanche il bicchiere di vino per Gastaldo ma, al loro posto, spunteranno dei regali sotto l’albero di Natale. Nel centro citt del capoluogo orobico esiste anche una chiesetta (la chiesa della Madonna dello Spasimo in via XX Settembre) che custodisce la teca con una statua della Santa. L, da fine novembre al 12 dicembre, tutti i bambini portano la loro letterina nella speranza che Santa Lucia la legga ed esaudisca ogni desiderio, a fronte della promessa di esser pi bravi l’anno successivo.

Dite a Bianca che la lettera arrivata

Eppure la piccola Bianca ha pensato a una spedizione creativa e ha affidato le sue parole al cielo e alla spinta dell’aria invernale, sapendo che la magia si sarebbe compiuta anche cos. E infatti la magia c’ stata, pi sorprendente di quello che ci si poteva prospettare. Quando ho letto questa lettera, mi sono emozionato tantissimo ha ammesso Faccioli, pensando che la bimba bergamasca potrebbe avere l’et di uno dei suoi nipoti. A colpirmi stata anche la citt di partenza — aggiunge Faccioli — Bergamo stata la citt pi colpita e sofferente della pandemia. Non la prima volta che qualcuno si vede recapitare dal destino la letterina di Santa Lucia. Cinque anni fa, una bambina aveva spedito da Sanguinetto (Verona) la sua letterina a bordo di palloncino, che era volata all’interno della stessa provincia, fino a impigliarsi in un albero a San Giovanni Ilarione. Mi piacerebbe che Bianca sapesse che la sua letterina arrivata qui, a Brenzone — conclude — magari succeder, perch non c’ mai fine ai miracoli del Natale.

La newsletter del Corriere del Veneto

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Veneto. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

13 dicembre 2021 (modifica il 13 dicembre 2021 | 10:35)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti più seguiti

Articoli Correlati